Si torna da Locorotondo con il morale sotto i piedi dove è arrivata la quinta sconfitta nelle ultime sei partite, è crisi!
Il Locorotondo – Castellana, squadra satellite del blasonato club di serie A2 della città di Castellana, è un esperimento di giovanissimi talenti, il loro campionato fino a domenica scorsa non ha mai avuto particolari sussulti, raccogliendo solo tanti complimenti e pochissimi punti. Ultimi in classifica con solo 3 punti (adesso 6) frutto di due tie break (uno vinto e uno perso) domenica sera decidono di cambiare pelle e contro uno scarico Olimpia sfoderano la prestazione della vita grazie anche alla straordinaria ed ulteriore presenza di alcuni nuovi giovanissimi talenti provenienti dal club madre. Un fortissimo opposto ed uno schiacciatore, chiudo la partita con un tondo 3 a 0…
L’Olimpia è in un angolo da cui occorre uscire al più presto perché per il momento la classifica è al sicuro ma i punti in questo campionato non è semplice farli e continuando così verranno a mancare anche quelli. I punti sono la risultante di tante componenti che il Galatina in questo campionato non ha mai fatto convergere costantemente, e se abbiamo 14 punti è perché ogni tanto una luce si accende, quindi vediamo una squadra degna di questa categoria ma quando questa luce si spegne matematicamente arriva la sconfitta. Dunque non ci sono particolari analisi tecniche da fare la partita è stata persa malamente, si potrebbero solo aggiungere note negative come ad esempio un inedito nervosismo scaturito da alcune discussioni su delle decisioni arbitrali che hanno “fruttato” solo dei cartellini rossi con i conseguenti punti di penalità che in un match dai set tirati sono stati il colpo di grazia. Adesso facciamo bene attenzione a non crearci alibi di nessun genere, facendo passare questi episodi come delle attenuanti…I giocatori esperti in squadra li avevamo noi e l’esperienza nel volley spesso fa la differenza, evidentemente non siamo riusciti a giocarci questa carta, a questi “terribili giovanotti” di belle speranze vanno fatti solo i complimenti e niente più! L’unica cosa che possiamo fare è segnare in rosso sul calendario la gara di ritorno contro il Locorotondo, cercando di riscattare questa prestazione recuperando a questa brutta pagina, sicuramente la peggiore di questo campionato.
Adesso ci spetta il turno di riposo obbligatorio, mister Stomeo ha tanto lavoro da svolgere per ricaricare il gruppo, si ritornerà in campo il 29 gennaio contro la prima forza del campionato il Gioa del Colle. Buon lavoro ragazzi!

Subscribe

Follow Us